Archivi del mese: agosto 2013

GRANDE SUCCESSO PER I NOSTRI ATLETI

I nostri atleti :
NATOLI GIANFRANCO
RAMPAZZO CINZIA
LORO ALESSANDRA
domenica 4 agosto 2013 hanno compiuto la traversata a nuoto dello Stretto di Messina con grande successo!!!!

A nuoto per solidarietà sulle acque dello Stretto di Messina

Il Progetto “Vedere con il cuore” ha avuto come protagonisti della competizione Alessandra Loro, Gianfranco Natoli e Cinzia Rampazzo. Partiti in 101 (10 i ritirati)

VILLA SAN GIOVANNI. Progetto “Vedere con il cuore”, missione compiuta: Alessandra Loro, Gianfranco Natoli e Cinzia Rampazzo hanno attraversato lo Stretto di Messina a nuoto rispettivamente in 1 ora e 10, 1 ora e 47, 1 ora e 15. E a far notizia, insieme all’impresa, sono stati i barcaioli: Pietro e Paolo nel caso di Natoli (e come si fa a ritirarsi con due assistenti così?), e un meno esperto “caronte” nel caso di Rampazzo. «È stata un’esperienza bellissima», esulta Natoli, «non ho mai provato un’emozione simile prima d’ora, nemmeno con le ultramaratone. Sei tu, il mare, il barcaiolo. Il mare splendido, il contesto eccezionale, tutto ha contribuito a rendere unica questa gara. Alla fine non ero nemmeno stanco, segno che ero bene allenato e che i programmi di Moreno Daga, il mio allenatore alla Padovanuoto, erano perfetti, perché hanno dimostrato che una persona normale come me, senza doti natatorie, in sei mesi può realizzare questo sogno».

Paolo, il barcaiolo, e Pietro, l’atleta di nuoto di fondo delle Fiamme Oro, in rappresentanza del questore Vincenzo Montemagno, che fin da subito ha sostenuto il progetto, hanno guidato il giornalista del mattino, che aggiunge: «Spero che questa impresa possa aiutare concretamente il Centro Hollman di Padova per il quale abbiamo istituito una raccolta di fondi». Chi ci ride su, anche se lo spirito agonistico rode, è Rampazzo: «A un certo punto ho visto il barcaiolo portarmi in una direzione diversa dagli altri nuotatori. Mi sono detta: “O è un figo, oppure no”. Ecco, oppure no: mi sono ritrovata controcorrente, io nuotavo e vedevo sempre lo stesso sasso. Non so neanche come ho fatto ad arrivare alla boa». Probabilmente le braccia, seppure ferme da una trentina d’anni, hanno ancora la memoria di un nuoto mondiale. «Di questa gara mi ha colpito molto il colore del mare», aggiunge Rampazzo, «un blu bellissimo».

Il terrore più grande dei tre erano le meduse, ingigantite dai racconti delle persone ustionate da “mostri marini”. Meduse che se ne sono state alla larga. «Le meduse erano la mia preoccupazione», ammette Loro, «sabato mi ero molto preoccupata, ma poi ho resettato la mia testa e mi sono detta: “Di là devo arrivare”, e sono andata via, tranquilla. È una gara da rifare, meravigliosa». In mare, fra i 101 partenti (una decina i ritirati) c’era anche una ragazza ipovedente. Per la cronaca ha vinto Mario Sanzullo di Napoli.

Dal Mattino di Padova del 5/8/2013

UNA BARCA DELLA POLIZIA SEGUIRA’ L’MPRESA DEI NOSTRI ATLETI

imageLa Polizia di Stato accompagnerà, con una imbarcazione appositamente allestita, Alessandra Loro, Cinzia Rampazzo e Gianfranco Natoli (nella foto con il questore Vincenzo Montemagno) nella loro partecipazione alla 49ª edizione della Traversata dello Stretto di Messina, gara internazionale che si svolge domenica prossima, 4 agosto. La sfida di Alessandra (ex campionessa di pallanuoto), Cinzia (ex campionessa di nuoto) e Gianfranco (giornalista del mattino di Padova), nasce per raccogliere fondi a favore della Fondazione Hollman, il centro di Padova che si occupa di bambini ciechi e pluriminorati. Un primo risultato è stato già ottenuto in occasione della festa che si è svolta alla Padovanuoto la scorsa settimana. In quell’occasione sono stati raccolti 1350 euro, che saranno interamente devoluti alla Fondazione e serviranno alla riapertura della piscina del Centro, strumento fondamentale per permettere la riabilitazione degli oltre cento piccoli pazienti che l’Hollman ogni anno segue.

Dal mattino di Padova del 29 luglio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: