Archivi del mese: giugno 2014

IL GR 20 DI MAURIZIO LAZZARONI

L’atleta dell’OLYMPIC TEAM     MAURIZIO LAZZARONI      ha affrontato il GR20 in    7 gg.
Il Sentier de grande randonnée 20 o GR 20, chiamato anche Fra li monti in corso, è un percorso escursionistico che attraversa la Corsica da nord-ovest a sud-est facente parte del circuito Grande Randonnée. È stato definito dallo scrittore Paddy Dillon come “uno dei più bei percorsi del mondo”[1] ed è spesso classificato come il “cammino più difficile d’Europa”,adatto quindi solo ad escursionisti esperti.

7gg in completa autonomia un record.

DSC00067 DSC00074 DSC00079 DSC00083 DSC00098

 

 

 

OLYMPIC TEAM

E’ un onore per la SMILE FOR ONLUS inserire tra i nostri  atleti dell’Olympic Team e i testimonial il CIP

logo comitato Reg. VENETO_2

 

 VENETO CASA DELLO SPORT PARALIMPICO

Il Comitato – Il CIP (Comitato Italiano Paralimpico) nasce nel 2003, per allinearsi all’indirizzo internazionale e rappresenta oggi l’Ente preposto dallo Stato ad organizzare, coordinare e promuovere l’attività sportiva delle persone disabili su tutto il territorio italiano.

Il CIP è impegnato a garantire a tutti i soggetti disabili, senza distinzione di età, tipologia o condizione sociale, il diritto alla pratica sportiva, quale efficace mezzo di crescita personale attraverso la sfida con se stessi e l’incontro-confronto formativo con gli altri.

I valori su cui si fonda il Comitato mirano, infatti, alla piena integrazione delle persone disabili nel tessuto sociale tramite la pratica sportiva.

Per quanto riguarda l’agonismo di alto livello, invece, il CIP coordina e favorisce la preparazione atletica delle rappresentative paralimpiche delle diverse discipline in vista degli impegni nazionali ed internazionali e soprattutto dei Giochi Paralimpici, estivi ed invernali, che si svolgono, circa due settimane dopo i Giochi Olimpici, nelle stesse sedi e strutture utilizzate per le Olimpiadi.

Dal 2010 ha attuato un radicale cambiamento, che ha visto una radicale ri-organizzazione della propria struttura che ha sancito il definitivo superamento dei “Dipartimenti” in favore delle Federazioni, le quali sono autonome in tutto e per tutto: dall’affiliazione delle società e al tesseramento degli atleti, all’organizzazione e controllo del regolare svolgimento dei campionati e competizioni a livello nazionale.

Attualmente, il CIP è presente su tutto il territorio nazionale attraverso i Comitati Regionali e i Delegati Provinciali e riconosce al suo interno ben 21 Federazioni Sportive Paralimpiche, 12 Discipline Sportive Paralimpiche, 3 Associazioni Benemerite e 11 Enti di Promozione Sportiva.

Ultima entrata nella famiglia Paralimpica è la FIPAV (Fed. Italiana Pallavolo), che avrà l’importante compito di promuovere su tutto il territorio italiano la nuova disciplina del SITTING VOLLEY.

 

Nel gennaio 2013, dopo 27 anni di presidenza di Claudio Carta, è stato eletto nuovo Presidente del Comitato Regionale Veneto CIP, Ruggero Vilnai.

Nativo e cittadino di Villa del Conte, Vilnai è all’interno dello sport paralimpico da più di 30 anni: fondatore e presidente prima dell’ASPEA Padova e poi della Padova Millennium Basket, è stato più volte Campione Italiano di atletica leggera tra il 1980 e il 1985, oltre che brillante giocatore di basket.

Obiettivi principali del quadriennio sono intensificare i rapporti e la collaborazione con il CONI e le Federazioni, potenziando in particolar modo il lavoro della promozione nelle scuole e di formazione de tecnici (suo cavallo di battaglia: “Formare i formatori”).

 

Presidente: Ruggero Vilnai (Presidente)

 

Giunta:   Michele Bicciato (Vice-Presidente Vicario), Andrea Furlan, Giovanni Izzo, Gabriele Meneghel, Valter Nicoletti, Franco Repele (vice-Presidente), Giovanna Tajarollo e Daniele Zotti

 

AQUATOUR VENETONE

.
In tremila si tuffano in 60 piscine del Veneto
Fiamme Oro e Polizia di Stato al fianco di Smile for per aiutare i bambini ciechi del Centro Hollman

Da Padova a Belluno passando per Venezia, Vicenza, Treviso, Rovigo e Verona.

Saranno oltre tremila i nuotatori che daranno vita alla prima edizione di Aquatour VenetOne 2014, la manifestazione natatoria più partecipata in Italia nata per raccogliere fondi per sostenere il Centro Robert Hollman di Padova che si occupa di bambini ciechi e pluriminorati.

Alla kermesse hanno aderito, oltre tutti gli atleti agonisti del Centro federale di Nuoto di Verona, compresi Federica Pellegrini e Filippo Magnini, anche la Polizia di Stato e le Fiamme Oro oltre a tutti i nuotatori delle società sportive del Veneto.

Partenza sabato 12 luglio alle ore 10.30 dal Centro Hollman di via Siena 1 al Bassanello di Padova. La staffetta, che sarà scortata dalla Polizia di Stato, sarà composta da podisti e ciclisti, arriverà poi a Caorle attorno alle ore 16-17. Nei giorni successivi per due ore si potrà nuotare per beneficenza nelle piscine di Caorle, Portogruaro, Monastier, Preganziol, Terraglio Mestre, Adria e Rovigo (la domenica). Questo il calendario dei successivi giorni. Lunedì 12: Occhiobello, Castelmassa, Legnago, Gazzo Veronese, Isola della Scala, Villafranca Veronese, Verona Centro Federale e Verona Belvedere, Caldiero, Montecchio, Creazzo, Vicenza, Dueville. Martedi 15: Schio, Thiene, Marostica, Tezze sul Brenta, Cittadella, Rosà, Bassano, Montebelluna, Valdobbiadene, Santa Giustina, Belluno, Vittorio Veneto, Oderzo, Treviso. Mercoledì 16 doppio giro. Quinto Treviso, Noale, Martellago, Dolo, Vigonza, Plebiscito Padova, Nuotatori Padovani via Tirana, Nuoto 2000, Padovanuoto. Montagnana, Este, Monselice, Conselve, Chioggia, Piove di Sacco, Abano Columbus, Abano piscina Comunale, Albignasego, Padovanuoto. Ma non finisce qui. Chi riesce a nuotare i 50 metri entro i 40 secondi potrà partecipare allo StaffettOne 500x50mt che si svolgerà alla Padovanuoto e che concluderà l’Aquatour. La partenza dello StaffettOne è prevista per le ore 18 di mercoledì 16 luglio. Iscrizioni sul sito http://www.smileforonlus.org con qualsiasi carta di credito, oppure nella propria piscina. Contributo minimo di 5 euro da devolvere al Centro Hollman. Aquatour VenetOne si preannuncia come un evento unico e forse irripetibile, non solo legato al nuoto, ma che vedrà coinvolti anche decine di ciclisti e runner. A inforcare biciclette (compreso l’olimpionico Rossano Galtarossa), calzare scarpe e indossare costumi, saranno atleti famosi ma anche appassionati, master di tutte le età che si metteranno in gioco per il progetto di solidarietà.

PADOVA – ROMA A PIEDI

Il nostro atleta ANTONIO QUALDO ha percorso oltre 500 km a piedi e di corsa per arrivare a ROMA

IMG-20140625-WA0008IMG-20140625-WA0006IMG-20140625-WA0004

 

IMG-20140625-WA0003IMG-20140625-WA0002IMG-20140625-WA0005

PELLEGRINI E MAGNINI ALL’AQUATOUR VENETONE

PADOVA. Ci saranno anche Federica Pellegrini e Filippo Magnini (nella foto centrale) tra gli oltre 3.000 atleti che per tre giorni prenderanno d’assalto una cinquantina di piscine del Veneto per quella che sarà la più grande manifestazione natatoria in Italia. Un evento unico e forse irripetibile, non solo però legato al nuoto, ma che vedrà coinvolti anche decine di ciclisti e runner.

A inforcare biciclette (compreso Rossano Galtarossa), calzare scarpe e indossare costumi, saranno atleti famosi ma anche appassionati, master di tutte le età che si metteranno in gioco per un progetto di solidarietà a favore dei bambini ciechi e pluriminorati seguiti dal Centro Robert Hollman di Padova, il più importante istituto italiano che ogni anno segue oltre 150 ragazzi e ragazze provenienti da tutta Europa. Una eccellenza ai più sconosciuta, ma che da oltre trent’anni ha reso Padova un importante centro per queste particolari e invalidanti patologie. L’idea di unire tutte le piscine della nostra regione per questo colossale evento, è venuta a Cinzia Rampazzo, forse la più grande delfinista italiana di sempre, capace negli anni Settanta di conquistare una dozzina di titoli italiani, centrare diversi record nazionali e piazzarsi quinta ai Mondiali di Berlino. Cinzia è ora la presidente di Smile for, una onuls fortemente impegnata nel sociale, ma anche una delle atlete di punta dell’Olympic Team, una squadra di grandi atleti che fa dello sport condiviso come un momento di crescita personale e collettiva da finalizzare in progetti di beneficenza.

«Il nostro obiettivo è duplice: vogliamo aiutare il Centro Hollman e contemporaneamente fare in modo che la gente comprenda il grande valore dello sport, come benessere fisico e come straordinario elemento socializzante. Al nuoto ho dato tanto, ma tante sono le soddisfazioni che ho ricevuto. Il Veneto ha sfoderato, e sfodera ancora, moltissimi campioni, ma è anche uno degli sport più praticati e che meglio si prestano a uomini e donne di tutte le età».

L’ Aquatour VenetOne 2014 prenderà avvio sabato 12 luglio mattina attorno alle ore 10 dal Centro Hollman di via Siana a Padova dove la staffetta partirà, con a capo la triatleta padovana Linda Scattolin. Da questo momento la carovana toccherà tutte le città capoluogo di provincia del Veneto, ma anche quasi tutte le piscine sparse nel territorio della nostra regione. Tutti i Comuni coinvolti hanno garantito la loro presenza e e assistenza attraverso le Polizie Municipali. Al progetto hanno dato adesione pure le Fiamme Oro e La Polizia di Stato. La kermesse durerà tre giorni visto che si concluderà proprio a Padova mercoledì 16 luglio.

Ma non finisce qui. Chi riesce a nuotare i 50 metri entro i 40 secondi potrà partecipare allo StaffettOne 500x50mt che si svolgerà alla Padovanuoto e che concluderà l’Aquatour. La partenza dello StaffettOne è prevista per le ore 18.

Iscrizioni sul sito http://www.smileforonlus.org con qualsiasi carta di credito, oppure nella propria piscina.

«Abbiamo coniato un motto», conclude Cinzia Rampazzo. «Tuffati e nuota per loro. Abbiamo già avuto centinaia di adesioni da parte di ogni singola piscina. Le società sportive hanno dato subito la loro adesione a dimostrazione di quanto questo mondo sia sempre pronto a mettersi in gioco quando si tratta di progetti di grande rilevanza. Lo sport è sinonimo di solidarietà e in particolare chi pratica il nuoto conosce bene il valore dell’essere vicini agli altri».
SmileFor

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: